• Malakos

Curiosità in spiaggia!

Aggiornato il: mar 25

L’estate porta con sé sole, gite fuori porta, vacanze più o meno lunghe e sicuramente una passeggiata sulla spiaggia in riva al mare. Molto spesso però ci imbattiamo in strani oggetti portati dalle maree e non sappiamo di cosa si tratti! Proviamo a vedere insieme qualche organismo che potremmo incontrare sulla sabbia ed imparare a riconoscerlo.


Sfere misteriose:

Molto spesso sulle nostre coste troviamo queste palline fibrose marroni: buffi intrecci di fili vegetali, che diventano abbondantissimi sulle spiagge dei parchi marini protetti! Sono fibre delle foglie di una pianta marina, la Posidonia oceanica. Come molte altre piante la Posidonia durante l’anno perde le foglie, che vengono sfibrate, depositate a riva e il lento sciabordio delle onde le compatta in gomitoli intricatissimi. Queste sfere si compattano con la sabbia e possono arrivare a formare delle vere e proprie barriere contro la forza del mare, sono quindi molto importanti per preservare la linea di costa ed evitare la corrosione delle spiagge.


Nastri bianchi

A volte è possibile osservare dei nastri semirigidi con la superficie ruvida. Solitamente stanno sui fondi sabbiosi a qualche centinaio di metri dalla costa, ma vengono portati a riva dalle mareggiate. Sono uova di molluschi Naticidi che impastano le loro preziose uova con la sabbia al fine di proteggerle e mantenerle unite. La superfice ruvida e bozzoluta è data proprio dalle minuscole uova in rilievo.


Scrigni colorati

Non è raro imbattersi in colorati contenitori cavi di forma tondeggiante o a cuore, con uno o due fori alle estremità e con molti punti sulla superficie. Sono scheletri di ricci di mare, irregolari o meno, che hanno perso gli aculei ed il contenuto viscerale dell’animale, i colori sono dovuti a vari tipi di pigmenti. I ricci a cuore hanno una forma irregolare ed uno scheletro più ellittico; molto più rari da incontrare a causa della loro fragilità, da vivi gli aculei li fanno somigliare a morbidi peluche.


Scatole morbide




Queste “scatole” lunghe e con i bordi filiformi sono uova di squalo. Si posso trovare sulla spiaggia dopo un temporale dato che solitamente vengono lasciate agganciati a substrati di ancoraggio. Possono avere varie dimensioni ed essere nere o di altri colori, come nella foto, in relazione alla specie di appartenenza.


di Debora Nucci


#spiaggia #curiosità #mare






22 visualizzazioni

075.8552119 - 349.5823613

©2020 di Museo Malacologico Malakos. Creato con Wix.com